mercoledì 21 dicembre 2011

E un altro anno va via.... :)

Vi Auguro un meraviglioso, pazzo, solare, divertente e pieno di felicità e amore 2012!!!
Grazie a tutti per questo bellissimo 2011..
E adesso aspetteremo un nuovo cambiamento!!

"A questa Normalità preferisco la Pazzia"

Buon Natale a Felice 2012

Ylenia.

Notizie Calde in Questo Freddo Periodo!!!

Ciao  a  tutti!!!!!

Cari miei lettori, sordi e udenti vi scrivo per comunicarvi una bellissima notizia!! un pò in ritardo, ma dovevo raccogliere più informazioni possibili per poi poterle diffondere :)

Come la maggior parte della comunità Sorda Siciliana già sà, è stata approvata la promozione della LIS dall'Assemblea Regionale Siciliana, ed è stato pubblicato qualche settimana fà il Disegno di Legge che consiglia e indica i tipi di promozione che saranno consentiti dalla Legge...questo un pò mi lascia perplessa, perchè io non avrei limiti nel diffondere e promuovere la LIS :) Ma è già un enorme passo avanti, fatto dalla Politica Siciliana e soprattutto una lotta che ha avuto il suo successo grazie alla comunità Sorda Siciliana!!!

Sotto pubblico il testo della Gazzetta Ufficiale



Il 14 Dicembre 2011 si è tenuto un bellissimo Convegno al San Paolo Palace Hotel di Palermo, con l'obiettivo di Informare i sordi sulle ultime ricerche nel campo della Sordità: ricerche mediche, tecnologiche, ricerche sull'educazione dei sordi, sul biliguismo, sulla diffusione e l'inclusione sociale della LIS (quest'ultimo argomento è un campo già tastato dalla Regione Veneto, in cui l'Università Cà Foscari è molto evoluta a livello di studi e ricerche sulla LIS) e diverse esperienze di educazione e diffusione della LIS in altre regioni di Italia. Tutto il Convegno si è concluso con un videomessaggio del Parlamentare Europeo Sordo: Adam Kosa, con l'occasione ha augurato a tutti Buone Feste e un anno pieno di attività da parte della Comunità Sorda Siciliana!!!

Di Seguito Pubblico il video del Convegno!!! Guardate quante persone!!!




E successivamente a questo Convegno, è stata realizzata la campagna di Promozione della LIS "Io Comunico" grazie all'Ente Nazionale Sordi e alle cooperative all'interno dell'ENS.
Questa Campagna è stata realizzata in tutte le maggiori città Siciliane.
Di seguito il Video delle attività svolte durante i giorni 16-17-18 Dicembre a Palermo:




Questi giorni sono stati davvero ricchi di informazioni, da ricevere e da dare!! è stato un bellissimo scambio di lingue e di sguardi, soprattutto una bellissima cooperazione tra tutti i ragazzi nell'unico interesse di diffondere e conoscere la LIS!!!

Grazie a tutti i ragazzi dall'ENS per queste bellissime giornate!!! L'integrazione e l'inclusione è possibile, e la LIS è lo strumento adatto!!!! 

Ylenia. 

martedì 29 novembre 2011

Le Domande mai Fatte...

BuonGiorno  a tutti!!!!

Rieccomi finalmente a scrivere su SordaRadio, un pò di tempo è passato dall'ultima volta che ho scritto, gli impegni aumentano e soprattutto la passione per la ricerca e affermazione della nostra Identità.
Da parte mia ho cominciato a pormi diverse domande sul perchè, di alcune realtà così vicine quanto lontane, hanno queste differenze e discriminazioni così profonde, create dai pregiudizi e stereotipi proiettati nella mente da altre persone.
Vorrei che a queste domande, mi rispondono i Sordi, e non gli Udenti (non per fare discriminazioni ma vorrei diversi pareri, e da parte degli udenti ne ho già parecchi)

1. Perchè c'è questo antagonismo tra Sordi, Sordastri e Impiantati???

2. Perchè Chi conosce il motivo di questo antagonismo non agisce per il bene e la crescita interiore?

3. Perchè queste differenze sono maggiormente riscontrate in Italia e non in altri Paesi Europei?



Siete liberi di commentare in qualsiasi forma ritenete sia opportuno: video, o commento scritto.
Aspetto i vostri commenti e poi vi darò il mio! ;)


Buona Settimana e Buona Riflessione.

video
Ylenia.

giovedì 13 ottobre 2011

Progetti, idee, consigli....Sordi e Udenti..fatevi avanti per costruire la nostra realtà!!!

Buongiorno a Tutti!!!
é in partenza una stagione calma, fredda, e soprattutto piena di idee da creare e da sviluppare per poi poterle mettere in pratica tutti insieme!!

La mia idea è stata quella di partecipare come Trainer (Formatrice) per un Corso presso l'Università della Gioventù e dello Sviluppo, in provincia di Malaga (Spagna). La lingua utilizzata è stata l'inglese e lo scopo principale di questo Corso è stato quello di aprire le menti dei giovani e delle altre associazioni per poter garantire una maggiore inclusione sociale della comunità sorda all'interno della comunità udente.

Perchè questo lavoro???
 Semplicemente perchè la Comunità Sorda ha la necessità di diventare attiva socialmente e di poter partecipare attivamente alla creazione e sviluppo del mondo in cui viviamo, inoltre è possibile anche rendere partecipi le persone udenti che ancora non conoscono il problema della sordità, o che non hanno mai avuto contatti con persone Sorde. Il metodo che abbiamo utilizzato è stato proprio quello dell'Educazione Non Formale  e lo strumento utilizzato è stato il Manuale dell' EuroGames presentato dall'assocaizione Europea YEU.
Già dal primo giorno ho comunicato a tutti i partecipanti che sono sorda, e con qualche difficoltà il gruppo cominciava a prestare attenzione ai loro comportamenti per potermi rendere partecipe e soprattutto per potermi permettere di lavorare insieme in sintonia.
Ho spiegato loro cosa significa disabilità. ma soprattutto cosa significa: Differente Abilità, Diversa Abilità, e da lì è stato creato dai partecipanti stessi il termine DIFABILITY (cioè DiversAbilità)


Questo è il risultato creato da Andrei Avornic, un ragazzo paraplegico Portoghese che ha imparato la LIS e che si è adattato tantissimo per poter comunicare con me!!

Avete domande???volete più informazioni sul Training e sul Progetto????Chiedete....e soprattutto cercate!!!!e createeeeeeeeeee!!!!

La realtà, il mondo, la Conoscenza...siamo noiiiiiiiiiiiii!!!! :)

martedì 27 settembre 2011

Voi Cosa Ne pensate di questo articolo???


Parlare con i segni, ora è una lingua

Gli scienziati contro un testo di legge che trascura il carattere identitario dell'idioma usato dai sordi. Adoperare i gesti al posto dei suoni: un campo verbale di pari dignità e aperto a chiunque voglia impararne le regole

Per dimostrare la sottigliezza, la completezza e la rapidità delle lingue dei segni vorrei portare un dato personale. In tre corsi universitari avanzati, da me tenuti all'Università dell'Arizona, avevo costantemente al mio fianco un interprete che rendeva, nella lingua dei segni più diffusa negli Stati Uniti (la Asl, American Sign Language), in tempo reale, per due studenti sordi regolarmente iscritti, tutto quanto dicevo in inglese. Si noti, erano corsi avanzati e non lesinavo termini tecnici, concetti complessi e commenti. Una lingua dei segni, infatti, a dispetto di un pregiudizio assai diffuso, è una lingua a pieno diritto, come l'italiano, l'inglese, il cinese. Non è un rudimentale veicolo di comunicazione a gesti né una serie di pantomime. Qualsiasi pensiero che può essere espresso in una lingua parlata può essere altrettanto bene e rapidamente espresso in una lingua dei segni. Nelle comunità di sordi segnanti, in tutto il mondo, in lingue tra loro tanto diverse quanto lo sono le lingue parlate, si raccontano storielle, si ride dei doppi sensi, si compongono poesie.
Purtroppo tutto ciò non sembra essere chiaro al legislatore italiano, come ha denunciato il professor Rino Falcone, attuale direttore dell'Istituto di scienze e tecnologie della cognizione del Cnr, in un articolo sulla rivista web «Scienza in rete» (www.scienzainrete.it/contenuto/articolo/lingua-dei-segni) fortemente critico verso la nuova legge sulla Lingua dei segni italiana (Lis) in discussione a Montecitorio. «Nel caso il testo dovesse essere approvato - mi dice - le persone sorde verrebbero fortemente penalizzate, in quanto risulterebbe messo in discussione il valore di identità che attribuiscono alla Lis. Una lingua infatti determina ed esprime non soltanto la capacità comunicativa delle persone che la utilizzano, ma è in grado di modulare e rappresentare i fattori psicologici alla base della comunicazione e della cognizione. È anche attraverso una lingua che idee, emozioni e sentimenti assumono lo spessore della condivisione».
La commissione Affari sociali della Camera ha approvato il 26 luglio una versione della legge profondamente modificata rispetto al testo proveniente dal Senato, togliendo molti riferimenti importanti. Per fare degli esempi concreti, è stata cancellata la norma finalizzata a promuovere «l'insegnamento, e l'uso da parte degli studenti, della Lis» a livello universitario e nella formazione post lauream. Mentre è stato aggiunto un riferimento esplicito alla ricerca, dove si promuove la ricerca solo (Falcone sottolinea il «solo») nel campo della tecnologia biomedica e non si fa nessun riferimento alla ricerca linguistica, psicologica, neuropsicologica e pedagogica relativa alla sordità e in particolare alla Lis e al suo uso.
«L'indesiderabilità di questa legge - commenta Falcone - sta nel suo non tener conto di due esigenze fondamentali: la prima è favorire e rispettare le pratiche positive che le comunità hanno costruito al loro interno e con le altre parti di comunità esterne (con l'ovvia eccezione dei casi in cui ci siano potenziali danni o discriminazioni); la seconda è seguire le indicazioni provenienti dalle conoscenze scientifiche più aggiornate».
Un'esperta internazionalmente nota di neuropsicologia cognitiva, Daniela Perani, ha scritto il seguente commento all'articolo di Falcone: «Sostengo assolutamente la Lis come il vero linguaggio delle persone non udenti. La Lis non è un supporto alla sordità, nasce dalle capacità del nostro cervello. Basti pensare che bambini sordi all'età di pochi mesi, come i loro coetanei udenti, hanno la cosiddetta lallazione, ma usano precisi segni delle mani per questo. Inoltre la Lis non è unica ma ogni Paese ha una sua propria lingua dei segni, con sfumature diverse all'interno dello stesso Paese. Se la legge ha i limiti descritti da Falcone, rivela l'ignoranza dei suoi proponenti».
Gli studiosi non hanno dubbi sulla natura delle lingue dei segni. Il massimo linguista vivente, Noam Chomsky, da me interpellato, è lapidario: «Ricerche scientifiche di enorme interesse, in oltre trent'anni, hanno dimostrato che le lingue dei segni sono sotto ogni aspetto identiche alle lingue parlate, salvo ovviamente il diverso canale sensoriale usato per esternalizzarle. Questa identità comprende non solo la loro struttura e il loro design ma anche, molto significativamente e in larga misura, l'uso della lingua e il modo in cui viene acquisita dal bimbo sordo. Queste scoperte si sono rivelate molto sorprendenti, ma non lasciano oramai più alcun dubbio e le lingue gestuali sono da anni fermamente incorporate nell'ambito della teoria linguistica generale».
Alcune lettere dell’alfabeto manuale nella lingua dei segni britannica (Wellcome Images)
Alcune lettere dell’alfabeto manuale nella lingua dei segni britannica (Wellcome Images)

Se possibile, ancora più lapidarie sono due illustri studiose, ex allieve di Chomsky: Ursula Bellugi del Salk Institute a San Diego in California e Laura Petitto, attualmente direttrice di un centro di ricerche nella più famosa scuola per sordi, la Gallaudet University, a Washington. Ursula Bellugi è tagliente: «Dopo tanti anni di splendide ricerche sulle lingue dei segni, è semplicemente stupido che i legislatori italiani progettino una legge simile».
Laura Petitto mi dice, senza peli sulla lingua: «Negli ultimi 52 anni, accurate analisi linguistiche hanno messo in evidenza la ricchezza delle lingue dei segni, a ogni livello. Esse sono lingue reali sia dal punto di vista pratico sia da quello formale. Le comunità di sordi, minoritarie nei Paesi in cui vivono, hanno la loro lingua, con tradizioni, sfumature, humour, arti, teatri, riviste specializzate, intere filmografie. Esiste anche una particolare espressione musicale e di danza. Tutto questo lega tra di loro i membri di queste comunità».
La Petitto è tra coloro che hanno recentemente dimostrato l'identità delle attivazioni cerebrali nelle aree del linguaggio tra persone udenti esposte a una lingua parlata e persone sorde esposte a una lingua dei segni. Essendo di origine italiana, mi parla con ammirazione della comunità dei sordi nel nostro Paese e degli insigni studiosi che hanno analizzato e promosso la Lis.
Passo, quindi, la parola alla studiosa più nota: Virginia Volterra, autrice non solo di numerosi fondamentali lavori, ma anche grande benemerita della comunità dei sordi in Italia, per la sua opera di sostegno e promozione della loro lingua e della loro cultura. Storicamente tra il 1880 e il 1980, mi spiega, «il metodo di rieducazione strettamente oralista utilizzato con i bambini sordi era ancora dominante in Italia. Tra le motivazioni che avevano portato gli educatori dei sordi a prendere decisioni così risolute contro l'uso dei segni figurava senza dubbio il timore che l'acquisizione della lingua dei segni portasse la persona sorda ad allontanarsi dal mondo degli udenti, isolandosi e diventando irraggiungibile, tanto sul piano delle norme della collettività, quanto sul piano del catechismo e del verbo religioso».
Però, per fortuna, le cose cominciarono a cambiare, in gran parte grazie all'opera della stessa Volterra e di altri suoi colleghi e la piena dignità linguistica delle lingue dei segni fu riconosciuta, anche in Italia. Progressivamente, la comunicazione in segni si inseriva nella società civile. Prima era usata quasi solamente nei circoli, nelle famiglie di sordi, nelle scuole speciali (fuori delle classi), al bar e nelle attività sportive, perché c'era spesso vergogna o reticenza a usare la mimica nei luoghi pubblici. Gli utenti conoscevano sia i segni sia l'italiano parlato e scritto, ma le due forme di comunicazione restavano in qualche modo separate.
La lingua dei segni italiana (Lis) è attualmente oggetto di insegnamento universitario, a Roma, Venezia, Milano, Forlì, Pisa, Siena, Palermo e Trieste. Sono stati pubblicati ampi manuali e dizionari, si formano, nelle scuole interpreti, dei traduttori in simultanea, si scelgono tesi di laurea e gli udenti, in buon numero, decidono di imparare la Lis per proprio arricchimento culturale. Dal 1993 (Tg4) e 1994 (Rai Uno) sono trasmessi i primi telegiornali con l'interprete che traduce in Lis (dal 1995 anche il discorso di fine anno del presidente della Repubblica) e questo, insieme ai dizionari, determina l'inizio di un primo processo di standardizzazione della lingua.
Doverosamente sparisce il tradizionale, ma sbagliatissimo, termine «sordomuti». La Volterra dice che sarebbe come usare il termine «ciecoanalfabeta» per i non vedenti, solo perché si servono dal Braille per leggere e scrivere. «Linguisti, psicologi e filosofi - continua - come Carlo Cecchetto dell'Università Milano-Bicocca, Sandro Zucchi dell'Università degli Studi di Milano, Anna Cardinaletti alla Ca' Foscari a Venezia e Caterina Donati all'Università di Roma La Sapienza stanno indagando gli aspetti grammaticali e sintattici, stimolando l'organizzazione di corsi Lis, la preparazione di tesi di laurea e dottorato. Esplorazioni approfondite dei componimenti poetici in Lis sono state condotte dai compianti Tommaso Russo Cardona ed Elena Pizzuto presso il Cnr. Molto resta ancora da fare, ma gli studi hanno dimostrato ancora una volta che la ricerca teorica può avere importantissime ricadute sul piano applicativo e incidere in ambito sociale ed educativo. Soprattutto, gli studi sulla Lis hanno messo in evidenza il valore di identità che le persone sorde attribuiscono oggi alla loro lingua».
Massimo Piattelli Palmarini
26 settembre 2011 15:48© RIPRODUZIONE RISERVATA
A Montecitorio
La proposta in discussione
La proposta di legge sulla Lingua dei segni italiana (Lis) risale alla XIII legislatura (1996-2001), ma si è arrivati alla approvazione di un testo soltanto a fine 2010, in Senato. Quindi è iniziato l’esame alla Camera, in commissione Affari sociali. Il testo ora indicato come «Proposta di Legge C. 4207», messo a punto da un comitato ristretto e approvato dalla commissione di Montecitorio in seduta plenaria il 26 luglio, è ritenuto in contrasto con la Convenzione Onu sui diritti dei disabili, poiché ignora la natura identitaria della Lis e la riduce a puro strumento di supporto dei sordi.

Invito la Redazione a verificare
26.09|16:24
donMilani
Quanti sordi all'anno su un totale di 288 neonati sordi imparano la LIS? Massimo 2. Per il semplice fatto che sono stati fatti passi da giganti in campo medico. Io sono un sordo profondo, posso testimoniare che sordi non profondi educati al cosidetto bilinguismo (italiano + LIS) non parlano come si dovrebbe e usano il linguaggio gestuale. Perchè sono stati EDUCATI cosi.
Noi sordi Oralisti contro le lobby LIS
26.09|16:24
donMilani
Gentile Redazione, Con la pubblicazione di questo articolo, non avendo illustrato le opinioni dei sostenitori di tesi oraliste, il giornale ha perso una grande occasione di fare un ottimo giornalismo. I cosidetti 'scienziati' hanno un nome ben preciso: Lobby LIS. Questi presunti scienziati - Il dottor Falcone lo è, ma nel campo informatico - non sanno di che cosa stanno parlando, poichè non vivono il problema sordità e non hanno figli sordi. Molti hanno un duplice obiettivo: economico e politico. Da un lato, associazioni di interpreti e ricercatori linguistici vogliono massimizzare profitti economici; dall'altro lato si vuole rafforzare il gruppo politico dei segnanti. Noi sordi oralisti, comunichiamo con qualunque persona, senza intermediari linguistici. Non apparteniamo a nessuna comunità. La nostra comunità è quella in cui siamo nati, viviamo e moriremo. Noi sordi oralisti lotteremo fino alla fine contro le lobby LIS. Lotteremo perchè, in questo campo, siamo i veri 'liberali'. Vogliamo che sia garantita la diagnosi precoce a tutti i bimbi sordi per fa si che vengano 'curati' precocemente. In Commissione Affari Sociali è successo qualcosa di vergognoso: onorevoli hanno proprosto emandamenti contro la diagnosi anche precoce e la cura della sordità. Chi ha interesse a ritardare la diagnosi della sordità? Da chi sono stati suggeriti questi emandamenti? La società italiana deve comprendere che la Sordità è un problema sanitario: la LIS non è la cura.

sabato 17 settembre 2011

World Deaf Basketball Championship Palermo 2011



Dal 16 Settembre 2011 al 24 Settembre, la Provincia di Palermo ospiterà il Compionato Mondiale di Basket Sordi, in collaborazione con le differenti associazioni Italiane sportive e la Regione Sicilia.

Purtroppo ho potuto postare questo comunicato solo adesso, avendo una connessione un pò scarsa (mi trovo all'estero) e ieri c'è stata la cerimonia di apertura, la rpesentazione della squadre e le prime partite:infatti la nazionale Italiana Maschile ha cominciato a conquistare le sue prime vittorie sul campo e soprattutto sulla sua Terra!
Abbiamo assistito anche ad una sconfitta, quella della nazionale Femminile contro la Bielorussia, ma si aspettano ancora tutte le partite per giocarle fino in fondo!!
Vi darò al più presto maggiori notizie, intanto cercate aggiornamenti in tempo reale su internet: 
World Deaf Basketball Championship Palermo 2011!

UN GRANDE IN BOCCA AL LUPO E BUONA FORTUNA ALLA NOSTRA NAZIONALE BASKET SORDI!!!!

sabato 3 settembre 2011

UN CORTOMETRAGGIO CREATO DA UN REGISTA UDENTE IN LIS E CON ATTORI UDENTI E UN ATTORE SORDO


IMAGO VOCIS
di Tiziano Cella

Un cortometraggio in genere Thriller girato da un regista romano, interamente in Lingua Italiana dei Segni e sottotitolato in inglese e in italiano.
Davvero carino e interessante vedere come finalmente altri tipi di arte cominciano a fondersi nel mondo dei sordi e degli udenti, del resto si sà: l'integrazione avviene attraverso l'arte e la cultura.
E questo è uno dei metodi attraverso i quali si possono cominciare ad abbattere le barriere, i pregiudizi e finalmente creare qualcosa di bello, per diffondere la LIS e per capirne l'importanza!!
Commentate...diffondete...votate!!! 

BUONA VISIONE!!!!


Ylenia.

mercoledì 17 agosto 2011

AVVISO IMPORTANTE!!!! PROGETTO EUROPEO SULL'INCLUSIONE SOCIALE!!

Volete partecipare ad un progetto europeo, dove è possibile scambiarsi idee, confrontarsi e soprattutto imparare tantissime cose nuove???
Volete imparare un pò di inglese con vitto e alloggio pagato e il 50% del biglietto rimborsato??
Allora dovete venire all'Università delle Gioventù e dello Sviluppo a Mollina (Spagna).

IL PROGETTO è RIVOLTO AI GIOVANI SORDI DAI 18 ANNI AI 30 (35) CON PARTENZA IL 18 SETTEMBRE E RITORNO IL 29 SETTEMBRE.

Compilate l'application form o se siete interessati contattatemi!!!! :)

Io sarò lì.... !!!!!! :)



lunedì 1 agosto 2011

Borsellino...la Mafia e tutto quello che ancora non sappiamo

12 Giorni dopo il suo 19° anniversario riesco a scrivere sulla strage di Mafia che ha toccato da vicino tutti i Palermitani, i Siciliani e che ancora ricordano con rabbia e con tristezza perchè non è stata fatta chiarezza sulle loro morti, su quella del Magistrato Paolo Borsellino e su quella del Magistrato Giovanni Falcone, morto anche lui 90 giorni prima.

Giovanni Falcone fu ucciso da un attentato a Capaci, mentre rientrava dall'aeroporto di Palermo e il suo collega Paolo Borsellino sapeva benissimo che presto sarebbe stato colpito anche lui.
Poteva scappare, fuggire da quest'Isola e da questa Mafia che si diffondeva sempre di più, che uccideva e che ha ucciso il suo collega...ma è rimasto per lottare per scoprire tutto quello che c'era dietro l'organizzazione criminale che ha sempre infettato la società siciliana...è rimasto per lottare...ricordiamoci questa frase: è rimasto per lottare!
E la mattina del 19 Luglio 1992 è stato ucciso da una bomba proprio sotto casa sua in Via D'Amelio a Palermo.

Ancora ora ricordo le immagini alla TV dove tutto era saltato, fino al 4° piano del palazzo dove abitava tutto era diventato calcinacci, sembrava una guerra, un terremoto.


E il terremoto più grande fu quello umano, il terremoto scatenato dai siciliani che si ribellavano alla Mafia, allo Stato che voleva i funerali di Stato e tutta la gente...tutta la folla siciliana...migliaia e migliaia di persone pretendevano di poter partecipare ai funerali perchè anche loro erano morti, perchè era siciliano Paolo, perchè volevano capire il perchè...perchè non volevano avere più paura della Mafia.


http://www.19luglio1992.com/index.php?option=com_content&view=article&id=3083:movimento-agende-rosse&catid=20:altri-documenti&Itemid=38

Il perchè....a distanza di anni...a distanza di quasi 20 anni non è stato ancora capito, non sono stati identificati i mandanti non è stata fatta chiarezza sulle morti di Falcone e ancora più oscura sembra la strage di Via D'Amelio..la preoccupazione maggiore è collegata anche alla scomparsa dell'agenda di Paolo in cui egli annotava tutto quello che era utile alle sue indagini di Mafia...la sua Agenda Rossa.
Per questo motivo è nato un movimento giovanile con a capo il fratello di Paolo Borsellino: Salvatore il quale ancora oggi insiema a tanti giovani in cerca di verità, di giustizia ma soprattutto di libertà si riuniscono ogni anno per manifestare la loro sete di giustizia e per ricordare Paolo e Giovanni.

Io....li voglio ricordare così...cercando la verità..



Perchè il loro sorriso ci accompagni sempre!



Video Sottotitolato di Salvatore Borsellino

mercoledì 13 luglio 2011

Estate...vacanze.....riposo......


SALVE A TUTTI!!!! 

scusatemi se vi ho un pò trascurato...ma l'estate come avrete visto ci ha colto di sopresa..(qui in Sicilia è arrivata lentamente....) e il calore del computer acceso per poter scrivere ( e penso anche per voi..) e per poter seguire era devvero insopportabile.....!!! 

MA NON VI HO ABBANDONATI!!!

Come passerete la vostra Estate 2011???
lavorando???studiando...???al mare???in montagna???
al lago???in campagna????

mandate la vostre foto se volete...e aggiornatemi!!! come vi sentirete nel momento in cui un gruppo di sordi si troverà in uno di questi posti insieme a voi udenti???
e voi ragazzi sordi????giovani e anziani...come vi sentite in mezzo alla spiaggia piena di movimenti??? :)
commentate....!!!io qualche risposta potrei azzardare a darla...ma preferisco le vostre risposte...anche semplici parole!!!!

Nel frattempo....vi auguro una buonissima Estate fresca e piena di gelati!!!!!!!!!


Y .

domenica 19 giugno 2011

Deal Toi...IO VOGLIO IMPARARE L'INGLESE, E ANCHE LO SPAGNOLO...E TU???

Il Programma DEAL TOI per l'insegnamento dello Spagnolo e dell'Inglese scritto ai ragazzi italiani sordi è stato presentato all'Ens di Palermo, grazie anche all'intervento di Humberto Insolera che ha spiegato anche le funzionalità dell'apprendimento a distanza (e-learning).
Il programma di insegnamento e di apprendimento a distanza non è ancora conosciuto dai ragazzi sordi, e quindi inizialmente hanno mostrato un pò di scetticismo: soprattutto perchè alla lingua vocale scritta, preferscono la lingua visuale segnata e di conseguenza una maggiore sfiducia nei confronti di questo tipo di insegnamento.

Le idee cambiano nel momento in cui ci si mette in una situazione caratterizzata da diversi luoghi, diverse persone, cultura e lingua: segnata o scritta.
In viaggio, all'estero, o anche sui mezzi di trasporto, la prima comunicazione avviene indirettamente tramite segnali, simboli, e scritte.
Noi quando andiamo all'Estero, il primo posto che tocchiamo è l'aeroporto, è sempre una grandissima fortuna incontrare qualcuno che conosca i segni, ma se non li conosce??? (cosa moooolto probabile)
come comunichiamo???come comunichiamo che dobbiamo prendere il treno per Barcellona??o per Londra???
o se uno straniero viene qui in Italia e dall'aeroporto deve andare a Siracusa...come lo comunica????
 ...attraverso la SCRITTURA!

Non solo per comunicare, ma anche per capire cosa gli altri vogliono comuncarci!!!!!
Per maggiori informazioni andate a visitare il sito:   
http://toi.deal-leonardo.eu/index.php?Itemid=3&id=1&lang=it&layout=blog&option=com_content&view=category

IO VOGLIO IMPARARLE LE LINGUE.....E TU???

IL RISULTATO DEL REFERENDUM

HA VINTO IL SI!!!!!
QUESTO SIGNIFICA CHE QUASI 28 MILIONI DI CITTADINI ITALIANI (RESIDENTI ANCHE ALL'ESTERO) SORDI E UDENTI, HANNO VOTATO PER FARE IN MODO CHE:

L'ACQUA RESTI UN BENE COMUNE,

LE RISORSE IDRICHE RESTINO PUBBLICAMENTE AMMINISTRATE,

CONTRO LA COSTRUZIONE DI NUOVE CENTRALI NUCLEARI IN ITALIA,

E PER LA DEMOCRAZIA: LA LEGGE DEVE ESSERE UGUALE PER TUTTI, ANCHE PER LE ALTE CARICHE DELLO STATO (MINISTRI, CAPI DI GOVERNO...ETC)

ADESSO VEDREMO COME IL NOSTRO GOVERNO SI COMPORTERà IN VISTA DI QUESTI RISULTATI...VOI COSA NE PENSATE????
SIETE CONTENTI DI QUESTI RISULTATI???

COMMENTI APERTI!!!!!!!



sabato 4 giugno 2011

26-27 e 30 Maggio Manifestazione per l'approvazione della LIS a Montecitorio..NO LMG!

Video

L'appuntamento per la Manifestazione è stato il giorno dopo (26 Maggio) alle ore 14 a Piazza Monte Citorio, di fronte la Camera dei Deputati per continuare la battaglia per i diritti e la Comunicazione.( maggiori informazioni su: www.lissubito.com )

Questo pomeriggio i manifestanti erano diversi, qualcuno in meno, ma altri si sono aggiunti, si sono avvicinati e hanno continuato con noi, accompagnando i segni "LIS SUBITO" le canzoni segnate, le grida e i tamburi, 
nel frattempo i ragazzi ed io ci siamo occupati della raccolta firme e della campagna informativa.
Moltissimi passanti e visitatori di Roma e Monte Citorio si sono fermati a partecipare alla protesta scattando foto e firmando la nostra petizione (disponibile per chi non lo avesse ancora fatto su: http://www.petizionionline.it/petizione/lingua-dei-segni-italiana/848  )

Sono intervenuti: l'Onorevole Della Vedova e la Presidente dell'Ens Ida Collu.

I motivi della protesta cominciano a rafforzarsi sempre di più: 

1-l'approvazione della LIS come  Lingua di Minoranza all'interno del territorio italiano comporterebbe una garanzia non solo in ambito scolastico, educativo grazie all'istituzione della figura dell'interprete e dell'assistente alla comunicazione sia per i bambini, ragazzi alunni, e sia per i genitori sordi che dovranno partecipare alle riunioni scolastiche dei proprio figli.

2- l'approvazione della LIS garantirebbe un servizio di interpretariato all'interno delle istituzioni pubbliche, degli ospedali, delle centrali delle forze dell'ordine, pagato dallo Stato che permetterebbe la comunicazione e l'integrazione all'interno di queste strutture senza la necessità di un intermediario.

3- la modifica dell'acronimo LIS in LMG significherebbe confutare anni di studi, e ritornare ai tempi in cui l'oralismo (si tratta di eliminare la sordità attraverso l'insegnamento orale) prevaleva sulle Lingue de Segni ( Congresso di Milano 1880)e che ostacolava l'apprendimento della realtà circostante attraverso un'adattamento forzato da parte dei sordi nella massa udente.




















LA LIS È UNA LINGUA - «E’ inutile – scrive ancora l’associazione, puntualizzando sul tema - dover ricordare ancora una volta che la Lis usata dai sordi non è un semplice insieme di gesti, ma ha una grammatica ben precisa e presenta tutte le caratteristiche morfologiche, grammaticali, sintattiche di ogni lingua naturale e pertanto è una vera e propria lingua al pari delle altre lingue parlate. Vi è il preciso intento da parte di alcuni componenti della XII Commissione di declassare la Lis a mero linguaggio mimico /gestuale». Alla base del ragionamento di Vedo Voci, così come degli altri sostenitori del riconoscimento della Lis, c’è infatti la netta demarcazione tra i significati di lingua e linguaggio: mentre infatti il linguaggio è un sistema di comunicazione tra emittente e ricevente, la lingua – scrive Vedo Voci – «è la concreta realizzazione del linguaggio, è il sistema grammaticale e lessicale per mezzo del quale gli appartenenti a una comunità comunicano tra loro». «Nonostante la Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità, ratificata dall’Italia con legge dello Stato nel 2009, preveda in più passi il riconoscimento e la promozione delle lingue dei segni dei diversi paesi, nonostante il XXIesimo Congresso internazionale degli educatori dei sordi abbia lo scorso luglio rigettato formalmente tutte le tesi anti-lingua dei segni precedentemente adottate, nonostante molti altri paesi europei ed extra-europei si muovano in quella direzione come una delle diverse azioni tese a garantire una migliore qualità della vita delle persone sorde, in Italia – conclude l’associazione - assistiamo ancora alle vecchie, pretestuose, inconsistenti polemiche dettate anche da interessi non palesati»



domenica 29 maggio 2011

Manifestazione Roma 25-26-27....Tutti per la LIS!!! Primo Giorno!

Si sono conclusi i giorni di manifestazione in favore del Riconoscimento della LIS, e soprattutto contro il cambiamento dell'acronimo LIS in LMG (linguaggio Mimico Gestuale)..
Uno dei numerosi striscioni presenti alla manifestazione.

Nei tre giorni di manifestazioni hanno partecipato ragazzi, ragazze, adulti, bambini sordi e udenti, anche solo simpatizzanti della cultura sorda e con nostra meraviglia ci siamo anche incontrati con alcuni adulti stranieri, turisti che approvavano e appoggiavano la nostra protesta, attraverso firme e attraverso la comprensione e la richiesta di maggiori informazioni.

Il primo giorno il numerosissimo gruppo di manifestanti, ha riempito Piazza Dodici Apostoli alle ore 10.30 del mattino, e dopo scambi di saluti e allegri abbracci sono stati esposti i manifesti, striscioni, stand, in favore della Lingua dei Segni Italiana.


Piazza Dodici Apostoli 

Intervento di Rosaria Giuranna


Le Patriote di LIS Subito!

 La giornata è proseguita con interviste, raccolte di firme e diffusione del materiale informativo, sotto il sole cocente gli interpreti continuavano a lavorare senza sosta, traducendo gli interventi di ogni manifestante che prendeva la scena sul palco, toccanti e incredibilmente commoventi le partecipazioni dei bambini sordi, e gli interventi delle diverse associazioni di disabili, tra cui un delegato della Lega del Filo D'Oro che ci ha conquistato con la sua LIS Tattile e la sua partecipazione alla manifestazione per l'approvazione della LIS ma anche della LIS tattile che gli permette di comunicare e di vivere, non solo a lui, ma anche a tutte le persone sordocieche.
Anche Rosaria Giuranna, naturalmente ha dato il suo contributo alla manifestazione, attraverso la recitazione di Poesie segnate e la messa in scena dell'Inno di Mameli e dell'Inno della LIS!
Inoltre l'intervento della Presidente dell'ENS: Ida Collu che ha supportato la giornata  e ha rilanciato la forza nell'enorme piazza sordo-udente, piena di colori, tamburi, striscioni e sorrisi...ma soprattutto piena di MANI LIBERE..mani che comunicavano pensieri, emozioni, opinioni, che discutevano e che si scambiavano sorrisi, che si incontravano per l'approvazione della LIS!!! Mani unite dal coro: LIS SUBITO!


Intervento di Ida Collu



Intervento del Presidente dell'ANIOS, l'associazione degli Interpreti






Tra sole, pioggia, tamburi e mani...il primo giorno di manifestazione si è concluso alle 20.00, stanchi ma forti, incredibilmente soddisfatti di vedere quell'unità e quella realtà..in quella piazza gremita di mani!!
E molte di quelle mani si sono date appuntamento per l'indomani....alle 14.00 a Monte Citorio.

martedì 24 maggio 2011

Pronti Tutti???!!

Domani Tutti a Roma!
Venite tutti a supportare la LIS!!!

lunedì 23 maggio 2011

Per Ricordare....Per non dimenticare!!! CIAO GIOVANNI!!

CIAO GIOVANNI

GIOVANNI FALCONE
MAGISTRATO DI PALERMO
ASSASSINATO DALLA MAFIA IL 23 MAGGIO 1992
INSIEME A SUA MOGLIE FRANCESCA MORVILLO E ALLA SUA SCORTA:
ANTONIO MONTINARO,
VITO SCHIFANI,
ROCCO DI CILLO.
Ancora oggi...a distanza di 19 anni la verità non è del tutto venuta a galla, sui mandanti dell'attentato..
ma...LE LORO IDEE CAMMINANO SULLE NOSTRE GAMBE!! E LA LOTTA ALLA MAFIA IN SICILIA LA CONTINUIAMO NOI...GIOVANI..SORDI E UDENTI!!


martedì 17 maggio 2011

Manifestazione a Roma!!! ORA BASTA!!! è PASSATO TROPPO TEMPO VOGLIAMO LA LIS!!!NO LMG!!!


Importante  Manifestazione a Roma, giorno 25 Maggio 2011 partirà la protesta per l'approvazione della LIS (Lingua dei Segni Italiana),
 ci saranno degli accampamenti, proteste e  manifestazioni pacifiche.


Tutti quanti...sordi e udenti, curiosi e conoscenti  della LIS sono invitati a partecipare, per vedere con i propri occhi l'importanza delle proprie mani e dei propri occhi per comunicare!!


vi allego anche la petizione da firmare:

http://www.petizionionline.it/petizione/lingua-dei-segni-italiana/848

sabato 14 maggio 2011

Venite Numerosi!!!!!!!!!!!


Ad oltre 160 km dalla Sicilia c’è la piccola isola di Linosa, nata migliaia di anni fa dalla lava fuoriuscita da un vulcano sottomarino e raffreddata dal mare, con una superficie di 6 km quadrati.

Prova l’emozione di vivere a contatto con la natura, con la possibilità di fare un corso subacqueo con rilascio di BREVETTO INTERNAZIONALE
e un corso di fotografia  (terrestre, non sub) ...
E se hai già il brevetto sub, puoi partecipare alle immersioni guidate !!!


Casa tipica mediterranea con terrazza e spazio aperto. Servizi: acqua calda, luce. Essendo una piccola isola, l’acqua non va sprecata e bisogna fare attenzione.

Si dorme in stanze miste con letti a castello, e nella casa ci sono due bagni in tutto.
Si formeranno dei “gruppi di gestione”: tutti i partecipanti gestiranno la casa, facendo turni per pulire e cucinare.


Riepilogo attività previste:

·         Immersioni guidate sportive  per brevettati.
·         Corso subacqueo di 1° grado con rilascio di brevetto internazionale. (Il corso si svolge presso il Diving Mare Nostrum )
·         Corso di fotografia creativa, linguaggio dell'immagine e tecnica fotografica di base, cenni sul flusso di lavoro digitale, camera oscura digitale e archiviazione delle immagini, escursioni fotografiche, Lomo Experience, Lensbaby Experience e Polaroid Pogo Experience.
·         Escursione sul monte vulcano dell’entroterra.
·          Osservazione notturna della Berta maggiore.
QUOTA DI PARTECIPAZIONE

Solo Campus* senza attività:
(quota base)                                                                            450€

Solo Corso di fotografia:
450(quota base)+150 (corso di fotografia)                                               600€

Solo Immersioni guidate(per chi ha già il brevetto):
450(quota base)+270(immersioni guidate)                                  720€


Solo Corso d’immersione(per chi deve prendere il brevetto):
450(quota base)+300 (corso di immersione)                                750€

*- La quota di partecipazione base (solo campus) comprende: quota assicurazione, PASTI, ALLOGGIO, quota annuale di associazione al Centro Polisportivo Giacomo Matteotti a.s.d.

Per chi partecipa a più attività sono previsti degli sconti: la quota per il corso di fotografia viene scontata a 110€ la quota base a 430€. Quindi:

Immersioni guidate + corso di fotografia:
430+270+110                                                                       810€

Corso d’immersione + corso di fotografia:
430+300+110                                                                        840€
- Per chi è già tesserato Acsi Matteotti/Palermofoto, 25€ in meno sul totale

EQUIPAGGIAMENTO PER TUTTI
È consigliabile un abbigliamento comodo e leggero, occhiali e cappello per proteggersi dal sole, qualche capo più pesante per eventuali escursioni notturne e per proteggersi dal vento.
È necessario, per le escursioni, avere scarpe chiuse adatte ad un tipo di suolo accidentato, un buon paio di scarpe da tennis o da trekking possono andare bene.
Portare anche scarpe da scoglio e costumi da bagno, lenzuola o sacco a pelo, asciugamani, zainetto e torcia. Altro materiale adatto alla vita di gruppo (giochi o altre idee) e infine, filtri solari e creme dopo sole.

CORREDO RICHIESTO AI PARTECIPANTI AL CORSO DI IMMERSIONE SUBACQUEA
· Muta, maschera, tubo aeratore (Snorkel), pinne, cintura per la zavorra (esclusi i piombi). Per chi sprovvisto è possibile il noleggio in loco.
· Certificato di sana e robusta costituzione per chi vuole partecipare al corso sub.

CORREDO RICHIESTO AI PARTECIPANTI ALLE IMMERSIONI NATURALISTICHE GUIDATE
· Brevetto di immersione in corso di validità.
· Attrezzatura personale compresa di jacket ed erogatori. Per chi è sprovvisto possibile il noleggio in loco.

CORREDO RICHIESTO AI PARTECIPANTI ALL’ATTIVITÀ FOTOGRAFICA (“TERRESTRE”)
· Macchina fotografica digitale ed eventuale corredo di obiettivi ed accessori, preferibilmente una reflex con possibilità di utilizzo anche manuale.
· Schede di memoria e lettore usb di scheda o cavo USB per scaricare le immagini direttamente dalla macchina fotografica.
· Batterie ricaricabili per la macchina fotografica e relativo caricabatteria.
· Un Hard Disk esterno  o una pendrive USB capiente e veloce per archiviare le immagini realizzate.
· Computer portatile con masterizzatore se disponibile.
· Chi volesse provare le Lomo e le Toycams messe a disposizione dall’organizzazione durante il Linosa  Campus, dovrà portare con se uno o più rullini 35mm e/o 120 di sensibilità medio alta. Consigliato negativo colore ISO400 oppure diapositiva colore ISO 200.

I PARTECIPANTI NON POTRANNO ESSERE PIU’ DI 12, QUINDI SI ACCETTERANNO SOLO LE PRIME 12 ISCRIZIONI.
SE INVECE NON SI RAGGIUNGERA’ IL NUMERO MINIMO DI SCIRIZIONI, I PRIMI GIORNI DI GIUGNO SI RESTITUIRA’ L’ACCONTO A CHI LO AVRA’ PAGATO, ANNULLANDO IL CAMPUS.


INFO PER LE ISCRIZIONI:  Giulia - sms al 3407683577 – mail: giuietta@libero.it
                                                Luigi   - sms al 3463780146 – mail: cgsiroma@gmail.com
 Sito del Campus:                              www.linosite.it

ISCRIZIONE (CON ACCONTO DI 250 € E MODULO FIRMATO) ENTRO IL 30 MAGGIO

Per ISCRIVERSI, vedere le foto, prendere i moduli da compilare e inviare e avere tutte le informazioni:

ATTENZIONE! PER ISCRIVERTI APRI IL MODULO DI ISCRIZIONE E CLICCA SU:
TURNO PER SORDI
Loading...